Vivere in Svizzera: Informazione e consulenza online  

Permessi di soggiorno

Richiedenti l'asilo

I richiedenti l'asilo ottengono un permesso N (blu) per la durata della procedura svizzera d'asilo. Il diritto di soggiorno scade al termine della procedura. Connesso col permesso è il divieto di regolare attività lucrativa per un periodo dai tre ai sei mesi senza il diritto al ricongiungimento familiare.

Rifugiati riconosciuti

Il permesso di dimora B (beige) per rifugiati riconosciuti è legato a un regolare rapporto di lavoro (con relativo contratto) o allo stato civile (matrimonio con una persona di nazionlità elvetica). Il permesso va rinnovato annualmente dal Cantone. Il rinnovo può essere rifiutato in determinati casi come, ad esempio, per disoccupazione. Il ricongiungimento familiare è concesso soltanto a reddito sufficiente e abitazione adeguata. Il permesso B vale anche per rifugiati riconosciuti che però sottostanno ad altre regole im merito a rinnovo, lavoro, assistenza sociale e impegno all'integrazione. Essi hanno il diritto al ricongiungimento familiare e a un passaporto per profughi secondo la Convenzione di Ginevra sui rifugiati. Rifugiati con permesso B che rimpatriano perdono il loro status e quindi il permesso di dimora.

Il permesso di domicilio C è rilasciato a persone di nazionalità estera che hanno soggiornato per vari anni in Svizzera. Assicura di massima un soggiorno illimitato e il diritto al rinnovo del permesso e al ricongiungimento familiare. Per il diritto del lavoro, persone di nazionalità estera con permesso C sono equiparate pressoché del tutto agli autoctoni. I rifugiati riconosciuti ottengono il permesso C cinque anni dopo la loro entrata in Svizzera.

Provvisoriamente ammessi

Ai profughi ammessi provvisoriamente si rilascia un permesso F (blu) quando il rimpatrio non è fattibile. Il permesso è valido 12 mesi ed evenutalmente rinnovabile per un anno. L'attività lavorativa è permessa anche se non in tutti i rami economici. Solitamente non è dato il diritto al ricongiungimento familiare. Dopo alcuni anni si può richiedere la sostituzione con un permesso B.

Un permesso F è concesso tuttavia anche a profughi provvisoriamente ammessi che da un lato soddisfano i requisiti di rifugiati riconosciuti ma dall'altro non otterrebbero che un riconoscimento parziale in base ai motivi di esclusione dell'asilo. La richiesta di sostituzione con un permesso B va fatta al Cantone di residenza non prima di cinque anni dall'entrata in Svizzera. La decisione spetta all'UFM. I provvisoriamente ammessi possono richiedere un passaporto per profughi. Hanno il diritto al lavoro in tutti i rami e il ricongiungimento familiare è possibile al più presto tre anni dopo il rilascio del permesso a condizione che non siano percepiti sussidi dell'assistenza sociale e che l'abitazione sia adeguata.
 
 

Intorno ai tema : Lavoro, Alloggio, Permesso di soggiorno, Ricongiungimento familiare, Matrimonio, Scuola e formazione, Salute

Legami :